Eccellenza La carica del tecnico dopo il blitz di Gualdo: “Finalmente siamo tutti e con questa società…”
di SIMONE MAZZUOLI

BASTIA – Nel 2010 probabilmente solo il Bastia può dire di aver mantenuto il passo di Todi e Trestina, che in vetta alla graduatoria stanno disputando una stagione strepitosa. La squadra di Zoran Luzi non solo è uscita indenne dal Carlo Angelo Luzi di Gualdo nell’ultimo turno di campionato, ma ha inanellato l’ennesimo successo (sei vittorie nelle ultime sette gare) che consolida il quinto posto. Con tante altre contendenti vicine. Ma il cammino è quello giusto. “Potevamo chiudere la gara nel primo tempo – dice il tecnico bastiolo – dove avevamo creato le premesse per andare in vantaggio. Invece lo abbiamo fatto solo nella ripresa e, onestamente, mi pare con merito.
Guardando i risultati provenienti dagli altri campi, verrebbe da dire ora una vittoria necessaria. Tutte le formazioni interessate ad un posto nei play-off hanno vinto. Colgo l’occasione per fare i complimenti al Gualdo e all’amico Roberto Balducci per la stagione che hanno condotto.
Penso che i risultati che questa formazione ha raggiunto possano far ben sperare per il futuro”. E il futuro del Bastia? “Ci godiamo il momento. Negli ultimi due mesi e mezzo finalmente la squadra si sta esprimendo su livelli soddisfacenti.
I motivi? Non c’è un solo motivo. Il più banale sta nel fatto che finalmente ora ho tutta la rosa a disposizione. Posso ruotare i ragazzi a mio piacimento. Non affrettare recuperi e allenandoci a pieno organico. Io però reputo l’apporto della società fondamentale. Anche nel momento più buio, i nostri dirigenti non ci hanno mai fatto mancare il loro sostegno. Questo è stato basilare. Perché i ragazzi sono sempre stati motivati, così come il sottoscritto che non si è mai sentito solo. Il futuro?
Ovvio che ora ci abbiamo preso gusto e un posto nei playoff ci ripagherebbe di tante amarezze. Ma non sarà facile perché la concorrenza è agguerrita.
Una discriminate importante in questi casi è il calendario. E devo dire che noi non siamo messi benissimo. Ma la cosa non ci deve demotivare. Anzi, deve servirci da ulteriore stimolo per raggiungere l’obiettivo. Noi ci crediamo”.

Loading

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.