Il numero uno dell’Ente tratteggia le novità dell’edizione 2012, la cinquantesima dalla fondazione
“Giuria tecnica per le sfilate e realizzazione del libro che racconti la nostra storia”
BASTIA UMBRA – A poco meno di 100 giorni dal Palio de SanMichele 2012 fervonoipreparativi per quella che si preannuncia come un’edizione speciale e ricca di sorprese. Sono passati cinquant’anni, infatti, da quando nel 1962, perla consacrazione della nuova chiesa del patrono San Michele Arcangelo, l’allora parroco don Luigi Toppetti e alcuni giovani divisero la città in quattro rioni abbinando le cerimonie religiose a una manifestazione culturale e folkloristica che, anno dopo anno, è andata consolidandosi come tra le più importanti dell’ Umbria. Cinquant’anni di Palio o, come li definisce il neo presidente Marco Gnavolini, “cinquant’anni di passione” che l’Ente si prepara a celebrare al meglio per onorare una pagina importante di storia della città. Ricco e variegato il calendario, del quale il presidente dà qualche anticipazione a partire dalla rievocazione della famosa lizza storica che si svolgeva intorno alle mura della città e che quest’anno “darà il via alla festa con l’accensione,da parte de icapitani, di un braciere in piazza alimentato dalle quattro fiaccole che simboleggeranno i rioni”.Novità anche per la giuria tecnica chiamata a giudicare le sfilate, per la quale “si è cercato di coinvolgere personaggi di rilievo nazionale al fine di garantire una giuria di qualità”.Molte anche le iniziative collaterali, aggiunge il presidente,come la mostra fotografica che racconterà la storia del Palio, il piatto celebrativo della Pro loco e la cartolina celebrativa con annullo filatelico. La storia del Palio sarà inoltre raccontata dal libro iniziato dall’ex presidente Gianluca Falcinelli con la collaborazione di Sara Stangoni e di alcuni veterani dei rioni eche haottenutoil patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Quanto agli eventi, in coincidenza con l’apertura dei festeggiamenti sarà inaugurata la chiesa di Santa Croce appena rimessa a nuovo, mentre a chiusura della festa si terrà un grande concerto in piazza. “Ringrazio fin d’ora tuttii collaboratori dell’Ente, a partire dalla nostra coordinatrice, la ‘tigre’ Vanessa Capocchia, insieme alla segreteria e le commissioni costituite per il cinquantesimo. Un ringraziamento speciale ai quattro capitani e ai delegati dei rioni per il ‘caloroso’ impegno, la passione e il coinvolgimento al fine di realizzare un’edizione memorabile”.
di Sara Caponi

Loading

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.