Bordate del centrosinistra che lamenta una inefficace reazione dopo le vicissitudini dell’assessore

BASTIA UMBRA (a.g.) – Il centrosinistra bastiolo, specie quello che nel 2004 componeva la maggioranza in consiglio comunale, accusa l’attuale governo, guidato dal sindaco Stefano Ansideri, di non aver risposto in modo efficace agli episodi legati agli arresti domiciliari dell’oramai ex assessore ai lavori pubblici, Antonio Bagnetti. Quest’ultimo, indagato per il suo ruolo di tecnico di controllo dell’Agenzia regionale per l’ambiente (Arpa) in relazione agli allevamenti suinicoli del comprensorio bastiolo, si è spontaneamente dimesso dal recente incarico affidatogli dal primo cittadino; ma l’opposizione, specie i vertici della sezione bastiola del Partito democratico, hanno contestato la moralità del centrodestra, portando ad esempio una delibera quadro proposta nel dicembre 2004 dagli ex Ds, in relazione alla prevenzione del disastro ambientale conseguente alla presenza delle stalle, “non sostenuta proprio dall’attuale maggioranza” ha dichiarato il piddino Erigo Pecci “che allora, al momento della votazione, uscì dall’aula della massima assise”. Differente la versione del coordinatore comunale del Popolo delle Libertà, Francesco Fratellini, che ricorda: “All’epoca fu esclusiva volontà del gruppo Ds proporre una delibera quadro per regolamentare la situazione degli allevamenti, senza nemmeno aver consultato gli enti preposti, fra i quali Asl, Arpa e veterinari. Per questo motivo, fu addirittura l’ex sindaco Lombardi a tentare di ritirare la pratica non istruita; poi la maggioranza decise, comunque, di tramutarla in punto all’ordine del giorno, nonostante il parere negativo degli stessi colleghi della Margherita. I membri dell’opposizione si abbandonarono l’aula al momento del voto, per non assumersi la responsabilità di assistere a un provvedimento che avrebbe anche potuto ledere i diritti degli allevatori. A posteriori, poi, i provvedimenti proposti non sono mai stati deliberati; se è vero
che il centrosinistra aveva in mano la soluzione di tutti i problemi, perché si è limitato a applicarla?”.

Loading

Print Friendly, PDF & Email

comments (15)

  • giornalista, Bagnetti è un ex assessore, più precisione sulle notizie grazie

  • se è per questo non era nenche assessore ai lavori pubblici

  • nervosi questi della dx! con questo articolo si conferma tutta l’inadeguatezza della
    struttura di governo.
    Cittadino è ex solo grazie alla sua buona volonta, altrimenti il Sindaco è il suo partito non
    si sono mai dissociati o hanno chiesto le dimissioni.
    Ti ricordo che l’ex Presidente della Commisione Antonini, per una denuncia fatta dalla dx e per dei controlli fatti dall’amministrazione di Sx. Si è dimesso il giorno dopo la venuta fuori della questione e la pratica è ancora ferma al TAR.

  • dovreste essere nervosi voi vista la bocciatura di giugno…

  • Non ho capito nulla soprattutto l’ultima frase. Forse il coordinatore del PDL è stato vittima di un colpo di sole!
    Che significa:
    “A posteriori, poi, i provvedimenti proposti non sono mai stati deliberati; se è vero che il centrosinistra aveva in mano la soluzione di tutti i problemi, perché si è limitato a applicarla?”.
    Se non è stato mai deliberato nulla, cosa ha applicato il Centrosinistra?
    Consiglio un pò di ferie al fresco….. (ops.. volevo dire in montagna!)

  • Credo che sia il giornale che ha riportato male l’ultima frase, in quanto nel comunicato stampa si afferma che la sx aveva gli strumenti e la soluzione … ma non l’ha mai adottata … credo che un pò di ferie sia meglio che le prendano i giornalisti o chi stampa … in questi ultimi tempi ne hanno dette … ops scritte … con molti orrori … ariops errori.

  • Se i soggetti intervistati avessero sempre il coraggio di rilasciare dichiarazioni ufficiali, sicuramente, si riuscirebbe a riportare i fatti molto simili a quelli che accadono realmente. Invece, spesso, quando si fanno le interviste i diretti interessati questi alla fine concludono dicendo: “O, però non citare il mio nome, non dire che te l’ho detto io…”. Così chi ci mette la faccia è quello che firma, che, inoltre, non può scrivere di racconti che non trova in grado di testimoniare. Ma faccio questa considerazione in qualità di persona.
    In qualità di corrispondente posso solo chiedere venia per gli errori commessi e ringraziarvi per le segnalazioni, sempre tempestive e puntuali, e la squisita collaborazione.
    Per chi volesse contattarmi direttamente, il mio numero di cellulare è 333.6974129.
    A presto e ancora grazie. Anche per i consigli condivisi sulle ferie.

  • Non è per presunzione ma credo che siete tutti fuori strada(politici giornalisti e molta gente che non conosce quello che i cittadini hanno dovuto subire negli ultimi 35 anni).State dando molta importanza agli ultimi episodi accaduti in questo mese senza valutare che il problema risale agli ulimi decenni.Credo che non è molto importante quello che è stato deciso nei consigli comunali del 2004 ma quello che non è stato fatto in precedenza.Quando noi di Costano protestavamo per la puzza tutti ci hanno risposto che la puzza non inquina sapevamo che non era così ed ora lo hanno visto tutti.Abbiamo sempre saputo che avevamo davanti degli allevatori spregiudicati e fuori legge ma come abbiamo visto erano intoccabili.Un consiglio alla Gattucci(La verità in questo caso non verrà mai dai politici in particolare quelli che hanno governato fino a ieri ma dalla gente .Fai un giro a Costano e vedrai che non solo potrai scrivere articoli ma un libro)

  • Consiglio accettato.
    Caro Setteotto, mi fai il favore di chiamarmi o di farmi chiamare da qualcuno di tua fiducia, qualora volessi mantenere l’anonimato con me?
    Vorrei parlare con qualcuno dei soggetti costanesi che hai in mente.
    Ci conto. Sii di parola. Se non verrà contattata privatamente ti ripeterò l’invito on line!!!
    A presto.

  • VEDO CHE A BASTIA UMBRA IN MOLTI SANNO E IN MOLTI VORREBBERO PARLARE!! SAPPIAMO BENISSIMO TUTTI, ALMENO COLORO CHE SONO ORAMAI BASTIOLI (ALMENO 15 ANNI) CHE I DIFETTI SONO COME GLI SCHELETRI NELL’ARMADIO!! APRIAMOLO E…OGNIUNO SE NE DEVE PRENDERE LE PROPRIE RESPONSABILITA’!! FUORI CHI HA SBAGLIATO!!

  • Caro Di Carlo io a Costano ci sono nato cresciuto e vissuto e non sono neanche più giovanissimo comunque le cose che ho scritto le ho sempre dette e sostenute come del resto la maggior parte dei Costanesi (non ho nessun scheletro nell’armadio almeno per quel che riguarda l’argomento).Tornando al problema tutti devono sapere che per noi è stato come combattere contro i mulini a vento,tutti gli eventi che ci lascivano in dubbio come l’acqua del Chiascio che diventava marrone o le carcasse dei maiali morti lungo il fiume e la puzza che è stata una presenza costante nella vita dei Costanesi non sono mai stati sufficienti ad incriminare nessuno.Altro consiglio per la Sig.ra Gattucci (ci sentiremo presto).Perchè non viene alla Sagra della Porchetta e chiede alla “gente” come è andata quest’anno la manifestazione? Sicuramente tutti risponderanno di avere mangiato bene e che dopo 35 anni finalmente non c’è stata la puzza. Buon appetito!

  • Rispondo a Di Carlo e Gattucci Caro Di Carlo io a Costano ci sono nato cresciuto e vissuto e non sono neanche più giovanissimo comunque le cose che ho scritto le ho sempre dette e sostenute come del resto la maggior parte dei Costanesi (non ho nessun scheletro nell’armadio almeno per quel che riguarda l’argomento).Tornando al problema tutti devono sapere che per noi è stato come combattere contro i mulini a vento,tutti gli eventi che ci lascivano in dubbio come l’acqua del Chiascio che diventava marrone o le carcasse dei maiali morti lungo il fiume e la puzza che è stata una presenza costante nella vita dei Costanesi non sono mai stati sufficienti ad incriminare nessuno.Altro consiglio per la Sig.ra Gattucci (ci sentiremo presto).Perchè non viene alla Sagra della Porchetta e chiede alla “gente” come è andata quest’anno la manifestazione? Sicuramente tutti risponderanno di avere mangiato bene e che dopo 35 anni finalmente non c’è stata la puzza. Buon appetito!

  • Al di là delle vicende giudiziarie, gli allevamenti di maiali, devono essere spostati lontano dal territorio abitato. Per la cronaca, venti anni fà, cercavo casa e l’avevo trovata poco sopra Passaggio, ma la puzza mi ha fatto desistere dall’acquisto. Credo che a molti sia accaduta la stessa cosa. Onestamente ho provato un certo imbarazzo, per non dire pietà per i residenti, e da quel momento mi son sempre chiesto del perchè non veniva risolto il problema. Talvolta mi è stato risposto che ai costanesi questo andava bene, poichè con i maiali ci campavano e ci campano. Questo è vero per pochi, ma tutti gli altri?

  • CAROSETTEOTTO (VISTO CHE NON METTI UN NOME!!), QUANDO PARLO DI SCHELETRI NELL’ARMADIO, PARLO DI UNA SITUAZIONE CHE SOLAMENTE ORA STA ESPLODENDO IN QUESTA MANIERA! SEMBRA CHE TUTTI I PROBLEMI SIANO ESPLOSI SUCCESSIVAMENTE ALLE ELEZIONI!! DA BASTIOLO TI DICO CHE I PROBLEMI CI SONO SEMPRE STATI, SOLAMENTE ORA, DOPO I PRIMO INQUISITI, LA SITUAZIONE STA CAMBIANDO!! CON CHI PRENDERSELA? DOBBIAMO GUARDARE AL PASSATO, RICORDIAMOCI CHE I LIQUAMI DELLA ZONA CHE VA’ DA COSTANO A BETTONA CI SONO SEMPRE STATI, DA QUANDO C’ERA LA COOPERATIVA DEL MATTATOIO. GIA’ DA ALLORA SI DOVEVA PENSARE AD UN PIANO DI SMALTIMENTO MA…. SIAMO ARRIVATI AI GIORNI NOSTRI E IL PROBLEMA E’ SEMPRE LO STESSO!! DOBBIAMO RINGRAZIARE SOLAMENTE CHE, DA QUEL CHE SI VEDE (E SI SPERA), CHE LA SITUAZIONE STIA CAMBIANDO.

  • Quindi a detta del sig. Di Carlo i responsabili di tutto questo vanno anche ricercati nel passato … ? E se così fosse chi c’era negli ultimi 20 anni ?

comments (15)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.