“Made in”
BASTIA UMBRA – Con l’approvazione del regolamento Europeo che modifica il sistema di etichettatura dei prodotti tessili, si è segnata una svolta storica e concreta per la difesa della qualità dei prodotti manifatturieri italiani e europei. Confartigianato si è battuta per l’approvazione di un sistema che portasse a maggiori controlli della filiera della produzione, soprattutto per tutelare i consumatori e le aziende che, a oggi, risentono pesantemente della forte contrazione economica che investe il Paese. L’approvazione del regolamento al parlamento europeo è stata fortemente caldeggiata da due giovani eurodeputati del Pdl: gli onorevoli Marco Scurria e Lara Comi. A tale proposito i fautori dell’approvazione del Regolamento interverranno al convegno sul Made In promosso da Confartigianato Imprese Perugia, che si terrà oggi a Bastia Umbra, presso la sala Europa dell’UmbriaFiere, alle ore 17.15. Comi si è battuta con tenacia per l’approvazione del regolamento, una battaglia che ha visto un fronte comune tra le diverse forze politiche di destra, centro e sinistra, a dimostrazione della necessità di provvedere in tempi brevi al problema della contraffazione. A aprire il convegno sarà Stefano Ansideri, sindaco di Bastia; seguiranno gli interventi di Massimo Nocetti, presidente nazionale Confartigianato Imprese Moda, e di Paola Mela, direttivo nazionale Confartigianato Imprese Tessili. A aprire i lavori sarà Marco Barberini, segretario provinciale Confartigianato Imprese Moda.

Corriere-2010-07-02-pag10

Loading

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.