Arrestato dai carabinieri un marocchino di 46 anni

BASTIA UMBRA (fla.pag.) – Si aggirava per le campagne tra Bastia Umbra ed Assisi un marocchino di 46 anni, M.L., arrestato nella nottata di ieri dai carabinieri della stazione di Bastia Umbra con l’accusa di furto aggravato poiché sorpreso in flagranza di reato. Anche visti i recenti furti in abitazione, avvenuti nel corso delle festività natalizie, il comando della compagnia di Assisi (capitano Andrea Pagliaro) ha ulteriormente incrementato i controlli per contrastare il fenomeno dei reati predatori, e proprio nel corso di un giro di “ricognizione” nella campagna tra l’assisiate ed il bastiolo, i militari hanno intercettato un veicolo sospetto: la vettura è stata immediatamente fermata e perquisita, e a bordo gli uomini dell’Arma hanno trovato vario materiale elettrico e da cantiere, tra cui un generatore elettrico ed un decespugliatore. M.L.,46 anni, marocchino, alla guida del veicolo fermato, non ha saputo o voluto spiegare la provenienza degli oggetti, una “mancanza di fantasia” e una reticenza che hanno convinto i militari ad approfondire le indagini. Intuizione fortunata: dopo alcuni accertamenti è emerso che sia il generatore che il decespugliatore erano stati rubati poco prima da un capannone della zona, mentre la successiva perquisizione domiciliare nella casa del marocchino ha consentito ai carabinieri di Bastia Umbra di rinvenire ulteriore materiale elettrico e da cantiere, anche questo ritenuto di provenienza sospetta e che ora è al vaglio degli investigatori, al lavoro per risalire agli effettivi proprietari delle cose ritrovate. Per lo straniero, “pizzicato” pochi minuti dopo aver commesso il furto, è invece scattato immediato l’arresto per furto aggravato.

Loading

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.