Bastia Tanti i progetti per sensibilizzare i più piccoli a separare i materiali prima di gettarli nei cassonetti

BASTIA UMBRA – Il coinvolgimento dei bambini e delle maestre della scuola elementare ha risposto in pieno alle aspettative della campagna per la promozione della raccolta differenziata dei rifiuti, che sabato scorso ha visto più di cento partecipanti all’incontro nel centro sociale di XXV Aprile.
L’iniziativa, promossa dal Comune in collaborazione con la Gesenu, prevede incontri di zona per divulgare tra la gente di Bastia la necessità di incrementare la raccolta differenziata che risponde ad esigenze di equilibrio ecologico, oltre che economico. Gli appuntamenti sono iniziati il 10 ottobre nel centro città, poi sabato scorso a XXV Aprile e proseguiranno fino a dicembre con altri incontri. Il prossimo sarà il 7 novembre nel centro sociale di Borgo I Maggio, che coinvolgerà anche i residenti di Campiglione.
A XXV Aprile erano presenti l’assessore comunale Francesco Fratellini e due operatrici Gesenu che hanno illustrato i benefici della raccolta differenziata e le modalità di raccolta. A tutti i partecipanti sono stati consegnati omaggi consistenti in una lampadina a basso consumo ed un riduttore idrico e, agli alunni, anche un blocco di carta riciclata ed una penna. Premiati in particolare coloro che hanno portato sacchetti con almeno 5 chilogrammi di carte e 3 di plastica.
La campagna in corso, con la distribuzione di un volantino per la città che contiene le istruzioni d’uso per ottimizzare la raccolta differenziata, fa parte di un percorso che con il 2010 prevede una nuova fase più selettiva, per accelerare l’aumento della differenziata che entro il 2012 dovrà arrivare al 65% del totale dei rifiuti urbani.
Particolarmente significativo il fatto che una risposta positiva sia arrivata dal Villaggio XXV Aprile, una delle località scelte per lanciare il prossimo anno la nuova fase.
Una serie di iniziative che serviranno ad incrementare la raccolta differenziata dei rifiuti aumentando la sensibilità dei bambini ai problemi dell’ambiente e al rispetto della natura.

Loading

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.